Rss

Castelforte celebra il 73° Anniversario della Liberazione con una manifestazione che coinvolgerà anche il 6° stormo di stanza a Ghedi intitolato al Ten. Pilota Alfredo FUSCO, Medaglia d’Oro al Valor Militare, alla memoria.

“L’Amministrazione Comunale -dice il Sindaco Giancarlo Cardillo- ha voluto dare risalto ad un evento, quella della liberazione, organizzando una manifestazione certamente impegnativa ma allo stesso tempo semplice e sobria. A brillare, nei nostri cuori, dovrà essere la memoria di quanti hanno donato la vita perché noi tutti fossimo liberi di poter abitare questa terra. Il loro sacrificio non è stato invano se è vero, come è vero, che da più di 70 anni viviamo il grande valore della pace e della libertà. Il 12 celebriamo, quindi, anche la nostra Medaglia d’Oro al Valor Civile”. Nella giornata di venerdì 12 maggio, infatti, avremo quattro momenti di forte impatto emotivo che sono stati scelti per offrire l’occasione di fare memoria di uno dei momenti più tragici della storia del secolo scorso. La giornata avrà inizio alle 9,30 con la deposizione di una Corona al monumento dedicato all’eroe di Castelforte, Alfredo Fusco, pilota dell’aeronautica militare che ha sacrificato la sua vita nei cieli della Grecia e di Albania. Per l’occasione sarà presente anche il Colonnello Davide Re, Comandante del 6° stormo di stanza a Ghedi, il cui aeroporto è intitolato proprio al Ten. Alfredo Fusco. A seguire è previsto un Convegno organizzato insieme all’Ass. Arma Aeronautica e al Comitato i Casali di Vescia, presso l’Istituto Omnicomprensivo sul tema:”Alfredo Fusco, un eroe della Seconda Guerra Mondiale” al termine del quale il Sindaco Cardillo e il Colonnello Re sottoscriveranno uno storico Accordo di Collaborazione che andrà a suggellare una stretta intesa destinata a costruire un percorso comune per promuovere i valori della pace e la figura di Alfredo Fusco. Nel pomeriggio alle 19,00, invece, la manifestazione prosegue con la scoperta di una targa alla memoria delle vittime civili della Seconda Guerra Mondiale il cui iter è stato seguito dai delegati Giuseppe Rosato e Paola Iotti. “Anche questa scelta -dice il Sindaco Cardillo- fortemente voluta per rispondere ad un’esigenza della memoria collettiva che desidera che siano ricordati i tanti castelfortesi morti per causa di guerra pur non avendo mai imbracciato un’arma ma avendo avuto l’ardore di difendere la libertà con la loro testimonianza di persone libere”.
Subito dopo, saranno inaugurate due mostre nei locali destinati ad ospitare un Museo della Seconda Guerra Mondiale. La prima mostra è curata dall’Associazione Linea Gustav Fronte Garigliano e ha per titolo “Il Fronte Spezzato”, la seconda mostra, invece, è la riproposizione di una mostra ricevuta in dono dalla provincia di Latina e costruita grazie all’impegno e alla passione del dott. Domenico Tibaldi ed intitolata “Un ragazzo del corso Rex”.
La giornata si concluderà con l’attesissimo Concerto della Banda delle Forze Navali Statunitensi in Europa e Africa presso la Villa Comunale di San Rocco. “La partecipazione della Banda -dice il delegato Antonio Rosato che ha curato i contatti con il Dipartimento degli USA di stanza a Napoli- è un evento per Castelforte. Anche la location scelta è molto suggestiva e capace di offrire agli spettatori una visione dello valle del Garigliano che è stato il teatro di guerra più calpestato dai fronti opposti. Inoltre l’area del Concerto si colloca a poche decine di metri dal Rio delle Rave dove hanno trovato la morte centinaia di militari e, soprattutto, civili che tentavano di passare le linee di difesa tedesca”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image

Radio Tirreno Centrale is Spam proof, with hiddy