Rss

La stazione spaziale cinese è finita nell’Oceano Pacifico

La stazione spaziale cinese Tiangong-1 è rientrata sulla Terra pochi minuti dopo la mezzanotte di lunedì mattina. Come atteso, si è disintegrata quasi completamente attraversando l’atmosfera e i frammenti che hanno raggiunto la superficie della Terra integri sono caduti nel sud dell’Oceano Pacifico. La notizia è stata data dall’agenzia stampa cinese Xinhua e confermata dall’esercito statunitense.

Nelle ultime settimane, il rientro sulla Terra della Tiangong-1 era stato molto seguito e raccontato dai giornali, spesso con toni allarmistici riguardo alla possibilità che suoi frammenti colpissero qualcuno o facessero qualche tipo di danno. In realtà le possibilità che qualcosa del genere potesse accadere erano bassissime. Nonostante la Tiangong-1 fosse fuori controllo e non potesse essere indirizzata verso una zona disabitata della Terra, si sapeva che sarebbe bruciata quasi completamente attraversando l’atmosfera terrestre e che molto probabilmente qualsiasi suo detrito rimasto integro sarebbe caduto in un Oceano. Secondo le stime dell’Agenzia Spaziale Europea, la probabilità di essere colpiti da un frammento della Tiangong-1 era 10 milioni di volte inferiore rispetto a quella annua di essere colpiti da un fulmine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image

Radio Tirreno Centrale is Spam proof, with hiddy