Rss

Archives for : Eventi

Vins, Abbi cura di splendere su RTC venerdi 20-11 ore 12:00 e sabato 21-11 ore 20:00

Il 16 ottobre 2020 sarà su tutti i Digital Stores e sulle Radio Nazionali il primo singolo dal titolo “Abbi Cura Di Splendere” dell’Artista VINS, un brano prodotto dall’Etichetta Discografica Sonos Music Records (Maffucci Music) con la collaborazione del Maestro Adriano Pennino.
VINS è il nome d’Arte di Vincenzo Contino, un cantautore napoletano 27enne. Sin da bambino VINS ha sempre avuto una spiccata passione per la poesia, mentre a 17 anni avviene l’evento che lo porta definitivamente sul suo percorso artistico in conseguenza del regalo fattogli da suo padre che gli dona la sua vecchia chitarra acustica con la quale l’Artista ha imparato i primi accordi scoprendo parallelamente un grande amore per il canto e per la composizione delle canzoni che gli permettono di esprimere i suoi sentimenti e stati d’animo. Dal 2018 ad oggi ricopre il ruolo di frontman dei “Greygoose in the Weekend”, nota tribute band di Cesare Cremonini della Provincia di Napoli, ed allo stesso tempo pubblica due singoli con l’Artista Marco Del Prete presentandosi nel mondo discografico come “Vins & Mark”.
La genesi del brano “Abbi cura di splendere” è il risultato di una maturazione sul percorso di VINS che lo ha portato a presentarsi come solista nella trattazione di un tema molto profondo nei suoi risvolti psicologici, cioè l’amore vissuto come catarsi di esperienze pregresse negative e come ideale di crescita e sostegno in un rapporto di coppia dove l’Artista dichiara: “Vorrei ascoltare all’infinito i tuoi silenzi assordanti, allungarti la mia mano e aiutare a rialzarti”, fino al ritornello dove echeggia una dichiarazione d’amore universale nei versi “Abbi cura di splendere e lascia che il sole bruci le parole”.

Facebook: https://www.facebook.com/vinscon
Instagram: https://www.instagram.com/therealvins_/
www.sonosmusicrecords.com

Al 100×100 Artista il duo Each Our Noise presenta Avventura Mercoledi 18/11 ore 12:00 e replica Giovedi 19/11 ore 20:00 su RTC

Si intitola “Avventura”,il nuovo singolo estratto da Metropolitan Dancefloor degli Each Our Noise.

Metropolitan Dancefloor rappresenta un nuovo inizio, la necessità di cambiare per rispondere al senso di inadeguatezza che viviamo ogni giorno.
Questa ricerca ha portato Emanuele Stocco e Melissa Conte a viaggiare, a evadere, cercando posti in cui sentirsi bene.
La dancefloor rappresenta proprio uno di questi luoghi, dove gli Each Our Noise si possono sentire se stessi e scatenarsi senza pensieri. L’invito è esteso a tutti coloro che amando il genere resteranno affascinati dal mood di questo album
Le sonorità che hanno ispirato il progetto spaziano dal club alla dance pop, creando un sound personale che mira alla testa ma anche alle gambe. Il tutto riporta a un suono molto attuale, che strizza l’occhio agli indimenticabili anni ’90.
facebook.com/eachournoise/
instagram.com/eachournoise/

100×100 Artista con Enrico Capuano ci presenta il suo ultimo brano “Immaginarti ora” Lunedi 9 Nov. ore 12:00 e Martedi ore 20:00 su Radio Tirreno Centrale.

Enrico Capuano è dal 1980 il capostipite del nuovo Folk-rock italiano. È stato il primo a proporre in forma moderna questo genere musicale creando una tendenza che negli anni successivi si è molto radicata nella musica italiana. Le sue tarantelle rock negli anni ottanta furono un elemento di vera novità .Si appassiona sin da bambino alla musica rock: Beatles, Led Zeppelin, Black Sabbath, il rock anni sessanta e settanta, oltre alla musica politica dei Dischi del Sole: Ivan Della Mea, Giovanna Marini, Zezi, i Tarantolari di Tricarico con Antonio Infantino. È stato docente presso l’Accademia di Sanremo.

A dodici anni conduce la trasmissione Folk in lotta nelle radio libere romane. Ed è proprio la passione del folk che lo porta a studiare canto contadino con Giovanna Marini alla Scuola Popolare di Musica di Testaccio a Roma.

Negli anni ottanta e novanta Enrico Capuano inizia a vivere a fondo il proprio impegno come cantautore. È tra i fondatori dell’etichetta discografica indipendente Tide Records. la quale produce molti artisti tra questi il cd degli E ‘Zezi, dopo vent’anni di silenzio discografico e tantissimi altri artisti.
Nel 1993 pubblica il primo cd dal titolo Fai la cosa giusta, seguito da Onda d’urto del 1996 prodotto da il manifesto.

Dal 2000 al 2010 gestisce una trasmissione su Teleambiente e TeleDonna a Roma chiamata Radio Casbah, in cui dà spazio ai video musicali indipendenti, alle band e a tutto il mondo sotterraneo che vi gira intorno, dalle fanzine ai siti internet, fino alle sale prove.

Nel 2001 nasce la Blond Records la sua etichetta discografica di sempre che ha come missione quella di promuovere buona musica fuori dall omologazione. Produce molti artisti (tra gli altri Legittimo Brigantaggio), ma anche numerose esperienze di varia natura e produzioni che vanno da Grazia Di Michele a Claudio Lolli, da Alfredo Bandelli a Pizzica la Tarantula. Nel 2002 con il cd dal titoloTammuriatarock Enrico Capuano inizia ad avere una buona popolarità, compaiono importanti collaborazioni: da Lucio “Violino” Fabbri a Graziano Galatone, l’attrice Loredana Cannata, Piero Brega, Zezi, Marcello Colasurdo, Eugenio Bennato con cui Capuano divide il palco concerto del 1º maggio a Piazza di Porta San Giovanni a Roma.

Nel 2003 si reca in Iraq per una serie di concerti prima che inizino i bombardamenti americani.

Nel 2004 pubblica Lascia che sia che venderà oltre diecimila copie in Italia facendo vincere grazie a questo molti premi e riconoscimenti alla carriera.

Nel 2008 pubblica il cd dal titolo Fuori dalla stanza’ prodotto da Fermenti vivi di Franz di Cioccio Dal 2007 sempre con Franz Di Cioccio va ricordato un tour speciale di due anni tra brani della PFM e di Tammurriatarock Vanno ricordati anche i tour con Grazia Di Michele, Zulu (99 Posse), Piotta e con Tony Esposito

Dal 2011 al 2019 i suoi tour internazionali diventano sempre più corposi in Bulgaria, Cuba, Paesi Bassi, Germania, Lussemburgo, Portogallo, Iraq, Canada, Svizzera e negli USA. In particolare negli USA e in Canada con una ventina di concerti ogni anno. Ormai dal 2011 c’è la tradizione della partenza tour da Montreal al festival Leonardo Da Vinci a metà Settembre e la chiusura passando da Las Vegas al famoso Eldorato Festival che vede la partecipazione di 20.000 presenze ogni anno. Nel 2013 il tour diventa un documento sonoro in un cd dal titolo Live Usa Canada Europa prodotto da blond Records e Love Cat Music di New York

Enrico Capuano partecipa come cantautore con la sua Tammurriatarock a 12 edizioni del primo Maggio dal 2002 al 2014 e ne presenterà tre nella fascia pomeridiana su rai tre nel 2001/20012/2014 per questo viene visto come l emblema del concertone. Capuano è stato anche il promotore . del contest chiamato 1 Maggio tutto l’ anno che dava la possibilità a tanti artisti emergenti di esibirsi sul quel palco del concertone di Roma , iniziativa ancora presente

Nel 2016 dopo che il suo cuore era ormai troppo malato grazie ad un trapianto si salverà la vita . Dedicherà alla ragazza donatrice il suo album dal titolo Viva dove nel singolo parlerà che da il titolo all’ album parlerà di questa sua esperienza A Dicembre del 2020 per i suoi 40 anni di carriera esce in digitale un Ep di due brani dal titolo Immaginarti ora (il singolo) e con un secondo brano una cover in omaggio al suo amico Claudio Lolli dal titolo Io ti faccio del male, uscendo per un attimo dal suo folk rock ed entrando in una veste più cantautorale

1993 – Fai la cosa giusta

1996 – Onda d’urto

2002 – Tammurriatarock

2005 – Lascia che sia

2008 – Fuori dalla stanza

2013 – Live Usa Canada Europa

2017 – Viva

2020 – Immaginarti ora

NOVEMBRE: UN MESE DEDICATO AI DIRITTI DEI BAMBINI

Parte il progetto “Novembre: un mese dedicato ai diritti dei bambini” realizzato dallo sportello per le adozioni internazionali – ERNESTO- in collaborazione con il Comune di Gaeta – assessorato all’istruzione- e il patrocinio di Save the Children.
Sono tre gli appuntamenti proposti per questo mese, come spiega l’Assessore Gianna Conte: “ Dal 16 al 21 inauguriamo con campagna di Cepell “Libriamoci” nata per stimolare e coinvolgere i ragazzi alla lettura. Per le classi della scuola primaria, abbiamo proposto un audio libro, da noi realizzato, sulla favola di Elmer. Per i ragazzi invece abbiamo preparato un audio libro tratto dall’opera “Mio fratello rincorre i dinosauri” di Giacomo Mazzariol.
Segue dal 21 al 29 la settimana dedicata a “IoLeggoPerchè”: questa iniziativa, collegata alla prima, prevede che sia donato un libro per ogni scuola. A tal fine, l’associazione Ernesto ha quindi pensato di regalare ai singoli istituti gli ebook L’adozione è una fiaba (per la scuola primaria) e Un viaggio chiamato adozione (per la scuola secondaria); per concludere, il 20 novembre, come ogni anno, Ernesto ci invita a celebrare la Giornata internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, quest’anno con la collaborazione straordinaria di “Save the Children” che ha gentilmente fornito il testo semplificato della Carta dei diritti, dove sono anche contenute tante attività di studio e gioco per i bambini.”
Il progetto si concluderà il 30 novembre con l’invio telematico degli attestati di partecipazione a tutti gli studenti partecipanti.
“In virtù del momento di difficoltà e sconforto che stanno vivendo i bambini e i ragazzi, unitamente alle loro famiglie, abbiamo voluto dedicare loro un’attenzione speciale pensando a delle attività culturali ma allo stesso tempo divertenti e da poter svolgere in sicurezza online” conclude l’avv.Alessia Maria Di Biase responsabile dello sportello adozioni Ernesto del Comune di Gaeta.

Jimmy Damasi al 100 x 100 artista di RTC ore 12:00 di Venerdi 6 e in replica sabato 7 nove. ore 21:00

Un pop-rock leggero e orecchiabile, il cui titolo camuffa un testo provocatorio
e senza mezzi termini, da dedicare a un amore estivo e farcito di passione.
Il singolo anticipa l’album “Tu sei come me”.

Jimmy Damasi è un cantautore classe 1981 della provincia di Brescia. Ha
all’attivo un libro di poesie “Disperato nero”, tre album con il progetto
Maskara (“Dipingiti di Piume”, “Fiori esplosi” e “Molly’s Kitchen Hotel”) e uno da
solista (“Le situazioni di lui e lei”) .
Ha suonato live in tutta Italia e condiviso il palco con personaggi come Ivan
Cattaneo e Cristiano Godano (Marlene Kuntz).

Diego Moreno, presenta Brivido nella bufera al 100×100 Artista il Lunedi 2 Novembre alle ore 12:00 e martedi 3 Novembre alle 20:00 su RTC

Dopo il successo dei primi tre singoli “Bella Chao”, “Bella che incanta” e Sogno Sofia sul divano , da oggi sarà in radio e disponibile in digital download e su tutte le piattaforme streaming “BRIVIDO NELLA BUFERA” (Intermezzo / The Orchard), singolo tratto dal nuovo album “SINGOLI” del compositore, cantante e chitarrista argentino (napoletano d’adozione) .

“BRIVIDO NELLA BUFERA”, scritta dallo stesso Diego Moreno insieme alla cantautrice Gaia Eleonora Cipollaro è una canzone dai colori soffusi, con una sonorità ipnotica che rimane ben presente nella mente oltre che una tematica eterna ed esistenziale … spesso ci riscopriamo monotematici, affranti , tristi, avvolti da un nuvoloso grigiore ma guardandoci attentamente dentro “oltrepassando le barriere” scopriamo la nostra luce , la nostra personale stella che non smetterà mai di brillare per indicarci la strada ! “Brivido nella bufera” è un’esplosione straordinaria di incredibili emozioni che si vivono quando si è invasi dall’amore che sicuramente tutti noi abbiamo provato almeno una volta nella vita magari attraverso una sensazione molto piccola , ma estremamente potente, specialmente nei momenti di maggiore difficoltà: il brivido.

Diego Moreno è conosciuto al pubblico per aver dato vita ad un linguaggio musicale originale e coinvolgente che unisce il ritmo latino del Sud America alla magia della musica napoletana, caratteristica emersa soprattutto nel disco “Tango Scugnizzo” (2008) che si è aggiudicato nel 2014 il Premio Masaniello e nel 2020 il Premio Nicolardi.
Nel corso della sua carriera ha realizzato numerosi progetti musicali ma anche letterali come “La voce del Tango. Il mio Don Carlos Gardel” (edito oggi in Italia da Stampa Alternativa), un libro/CD sulla vita del più grande cantante di tango di tutti i tempi Carlos Gardel.
Parallelamente alla carriera da solista, Diego Moreno ha collaborato per diversi anni con Fred Bongusto curando gli arrangiamenti di più di 30 dei suoi brani, e ha partecipato alla realizzazione del progetto “Poeta Massimo”, poesie di Massimo Troisi musicate da Enzo Decaro. Nel 2018 ha pubblicato il progetto “Che Bella Idea! Canzoni di BuOngustO”, un viaggio nella melodia italiana d’eccellenza, parte dell’opera di Fred Bongusto, composto da brani che hanno lasciato il segno nell’immaginario collettivo italiano, e non solo, che vanta tra gli ospiti Peppino Di Capri, Fabio Concato, Enzo Gragnaniello, Paolo Fresu, Maria Nazionale, Valentina Stella e Antonio Onorato. Nel 2019 Diego Moreno ha girato l’Italia in tour interpretando come baritono i ruoli di Porteño Gorriòn con sueño, Ladròn Antiguo Mayor e El Payador nell’opera di Astor Piazzolla “Maria De Buenos Aires” insieme a Michele Placido, Alina Di Polito e Vincenzo Bocciarielli.

Il 3 aprile 2020 ha pubblicato il brano “Bella Chao”, versione rivisitata in lingua spagnola del celebre canto popolare “Bella Ciao”, primo singolo estratto dal suo prossimo album di inediti in uscita in autunno, che in questo momento di emergenza sanitaria l’artista ha voluto dedicare «ai nostri “nuovi partigiani”: dottori, infermieri e lavoratori hanno scelto di combattere in prima linea contro un virus invasore». La versione di Diego Moreno è stata voluta anche da Gad Lerner per il programma online da lui condotto organizzato da Repubblica per il 25 aprile. A maggio è uscito il secondo singolo, dal titolo “Bella Che Incanta”, una poetica dichiarazione d’amore all’Italia da parte dell’artista di origine argentina,
trasferitosi ormai da molti anni.

Chris Cooper con Amarsi a metà su RTC al 100×100 Artista l’intervista alle ore 12 di venerdi 29 e in replica alle 20:00 di sabato 30 Ottobre

E’ un pezzo vero,intenso una splendida ballata pop rock.

Scritta dopo il termine di una relazione sentimentale dell’artista, su questo singolo non ci sono stati ragionamenti o strategie di sorta, ma la voglia di mettere in discussione l’amore non ricambiato in una storia ,la mancanza di dedizione e sacrificio che spesso si sgretola nella stessa relazione.

KATIRE al 100×100 Artista di Radio Tirreno Centrale in onda Mercoledi 28 ott. ore 12:00 e Giovedi 29 ore 20:00

Si è affacciato alla musica all’età di sei anni e se n’è innamorato immediatamente.
Ha iniziato a studiarla con vari maestri fino alla scoperta della sua attitudine alla
composizione. Molto curioso, fin da giovanissimo, sperimentava gli standard jazz, bossa
nova, swing, tango argentino, rimanendo poi attratto dalla musica d’autore e pop. Lo
scopo di ogni suo viaggio era ed è quello di confrontarsi con altri musicisti e scoprire
nuove sonorità.
E’ un pianista moderno, non disdegna le contaminazioni dai nuovi linguaggi
musicali purché approdino a messaggi utili e innovativi. Ha composto e scritto tanto e le
sue canzoni sono state eseguite da altri artisti. Ha partecipato come autore e compositore
a Sanremo oltre che ad altre manifestazioni canore, anche dedicate alla musica d’autore.
Ha partecipato alle tournée dei Santarosa come tastierista, poi autore e
compositore di alcuni brani della loro ultima discografia. Con la formazione Santarosa ha
partecipato a varie dirette RAI, comprese TV MINORI e, partecipato, a programmi
radiofonici in diretta su RADIO BLU SAT 2000, RADIO VATICANA, RADIO ITALIA e RADIO RAI.
Molti sono gli editoriali dedicati alla sua musica e tanti i riconoscimenti da parte degli
addetti ai lavori.
Oggi si propone in veste d’interprete oltre che di compositore e autore. Ante
covid, si esibiva in concerti live presso teatri e clubs eseguendo le sue canzoni in
formazione quartetto (lui al pianoforte e voce, il suo team alla chitarra, contrabbasso e
kit percussivo). La pubblicazione del singolo “LUI È NIENTE PER TE” racchiude stile,
sound, scrittura e gusto musicale di Katire.

GOJI al 100×100 Artista Lunedi 26 ore 12:00 e martedi 27 ottobre ore 20:00

In una famiglia cresciuta a pane, Lucio Dalla, Lucio Battisti e con un
padre che suonava la batteria non poteva che crescere un figlio che
amasse la musica e venisse profondamente influenzato fin da
bambino da quei suoni, quelle parole – pesate, curate e cantate – per
riuscire ad arrivare al cuore delle persone. Così nasce l’amore per la
musica di Francesco Brunelli, in arte Goji.
Dopo diversi premi vinti, tra cui il premio “Red Passion” al “Sanremo
Music Awards 2015” e il primo premio inediti al “Sanremo Open
Theatre 2016”, partecipa al concorso “La Bella e La Voce” vincendo il
premio della critica.
Francesco è un amante della vita e della musica.
Nei suoi brani troviamo tematiche della vita quotidiana, della
passione, del divertimento e chiaramente dell’amore che per Goji è la
forza più potente dell’universo.
Porta dentro di sé la passione per i suoni elettronici e li cerca
ascoltando artisti di tutto il mondo.
Vince Area Sanremo 2018 con il brano “Come Va (adesso bene)”
prodotto da Davide Maggioni e Maurizio Rusty Rugginenti e
arrangiato da Nicola Scarpante (producer musicale e videomaker di
cui ricordiamo successi come il “Pam Pam – Cecilia Gayle” e “Waves
of Luv – 2 Black”).
Nel 2019 partecipa agli eventi collaterali del Festival di Sanremo tra
cui Casa Siae Sanremo e OptimaREDAllert con Red Ronnie e
Grazia Di Michele.
Nel 2019 è iniziata la collaborazione con Paolo Valli, figlio di Celso
Valli con cui continua a lavorare sul suo progetto e su nuove idee.

I Mardi Gras – From zero to one a Radio Tirreno Centrale Venerdi 16 ore 12:00 e sabato 17 ottobre ore 20:0

Finché ci saranno storie da raccontare ci sarà musica…
I Mardi Gras vengono da Roma. Il nome del gruppo deriva dall’ultimo album in studio dei
Creedence Clearwater Revival, oltre ad essere il Carnevale di New Orleans, un caleidoscopio di
musica, colori ed energia. Italiani ma da sempre con l’orecchio e il cuore rivolti verso i
songwriters americani, irlandesi ed inglesi, i Mardi Gras hanno la voglia di raccontare storie,
sentimenti e movimenti dell’anima. Un percorso che negli anni li ha fatti evolvere da gruppo
acustico ad una vera e propria rock band coccolata dalla stampa italiana e irlandese. Nel 2020 la
band esce con cinque nuovi singoli: il primo, a Gennaio, “From zero to one” prodotto da
Stuart Epps (produttore di Elton John, Led Zeppelin, Oasis, Robbie Williams, Zak Starkey,
George Harrison, Bill Wyman, Chris Rea), ad Aprile una nuova versione del brano “Shoes” e la
cover degli Oasis “Don’t look back in anger”. A Giugno una nuova versione del brano
“Satellites and me”, mentre a Settembre la band esce con la cover di Paul Weller “You do
something to me” sempre in collaborazione con il produttore inglese Stuart Epps. Nel 2019
due singoli “Adam & Eve” e “Gingerman” in collaborazione con l’artista Irlandese Mark
Geary. Il 2018 segna un nuovo inizio per la band, il terzo ed ultimo singolo è “One Guitar”,
singolo benefico per la Light of Day Foundation, il secondo è “Tried”, una ballata pop/rock,
mentre “Shoes”, il primo singolo, è un brano con uno spiccato groove soul/rock. Nel 2015
esce Playground, il terzo disco della formazione romana, registrato a Roma e masterizzato
presso gli Abbey Road Studios di Londra da Simon Gibson. Un campo giochi sonoro dove la
band fa proprie tutte le sue influenze e le rielabora tra ballads, rock, funky e brani intimisti.
Ospite speciale è Mundy uno degli artisti irlandesi più noti. Ma i Mardi Gras provengono da un
album come Drops made (2006), “sette piccoli quadretti classici e senza tempo” (Rockerilla) e
da Among the streams (2011), in cui il blend di irish rock, (ospite molto speciale sull’album è
Liam O’Maonlai degli Hothouse Flowers che figura nella trasposizione in musica di una
poesia di W.B.Yeats) country e americana ha portato l’album ad essere uno degli album del
2011 secondo la stampa e la critica specializzata. Le svariate esperienze sui palchi italiani e
irlandesi anche al fianco di artisti come i Frames, Glen Hansard, Mundy, Jack Savoretti,
Siobhan O’Brien, Tko, Billy Bragg, Giorgio Canali, Paolo Benvegnù e Noah and the
Whale, li hanno imposti come una band dalla “sanguigna passionalità liberata soprattutto dal
vivo” (Federico Guglielmi). Le due canzoni di protesta dei Mardi Gras “The Wait” (contro la
pena di morte) e “Scarecrow in the snow” (sulla paura del diverso indotta dai politici per scopi
elettorali) sono ambedue ospiti del sito “Songs of the times” di Neil Young, una raccolta di
“peace and protest songs” che il cantautore canadese ha stilato dopo l’11 Settembre. Due brani
dei Mardi Gras, “Feel alright” e “Your constellation”, sono stati inclusi nel cd next vol. 2 di
Hit Mania 2013, mentre il brano “Alys” è stato colonna sonora del cortometraggio “Alys” di
Sante Sabbatini della CSC Production, in finale al David di Donatello 2014. Nel 2013 i Mardi
Gras hanno inoltre suonato al Festival Sziget di Budapest presentando anche i nuovi singoli
usciti, brani che sono entrati nella Indie e Video Music Like di Audiocoop tra i più visti e
ascoltati nelle radio indipendenti italiane.
Liina Rätsep: voce
Fabrizio Fontanelli: chitarra acustica
Alessandro Matilli: piano & tastiere
Carlo Di Tore Tosti: basso
Valerio Giovanardi: batteria
Fabrizio Del Marchesato: chitarra elettrica
www.mardigrasmusic.it

TeleRadio Tirreno Centrale is Spam proof, with hiddy