Rss

Archives for : News

La Radio per l’Italia, tutti uniti per il flashmob in modulazione di frequenza

Venerdì mattina alle 11 le emittenti nazionali e da Nord a Sud le stazioni radiofoniche locali trasmetteranno l’Inno di Mameli e altri tre famosi brani dal repertorio della canzone italiana

Basterà sintonizzarsi sulla propria emittente radio preferita, alzare il volume, aprire le finestre o uscire sul balcone per poter cantare tutti insieme, all’unisono, in tutta la penisola. Insieme, un paese intero. Tutte le radio italiane parteciperanno unite, venerdì alle 11 del mattino, a un Flashmob sonoro. L’iniziativa si intitola La radio per l’Italia e riunirà le radio nazionali e locali che trasmetteranno l’Inno di Mameli e altri tre brani del nostro patrimonio musicale i cui titoli verranno svelati nei prossimi giorni.

E’ la prima volta che tutte le emittenti italiane si organizzano tra loro per una trasmissione unificata, partecipando così idealmente all’onda di solidarietà sollevata dalla crisi del coronavirus. Dopo il flashmob con le canzoni da cantare dai balconi tocca ora al flashmob con le canzoni trasmesse all’unisono dalle radio.

Oltre che in modulazione di frequenza, le emittenti trasmetteranno in contemporanea le stesse canzoni anche sulle altre piattaforme: in diffusione audio digitale, in televisione e in streaming sui siti e sulle applicazioni delle diverse radio.

All’iniziativa parteciperanno i quattro canali radiofonici della Rai (Radio 1, Radio 2, Radio 3 e Isoradio), e ancora M2O, R101, Radio 105, Radio 24, Radio Capital, Radio Deejay, Radio Freccia, Radio Italia Solomusicaitaliana, Radio Kiss Kiss, Radio Maria, Radio Monte Carlo, Radio Radicale, Radio Zeta, RDS 100% grandi successi, RTL 102.5, Virgi radio, e ovviamente RADIO TIRRENO CENTRALE ECC.. Inoltre, le emittenti radiofoniche locali aderenti all’Associazione Aeranti-Corallo e all’Associazione Radio Locali FRT-Confindustria Radio Tv.

Vince la Lotteria di Carnevale 2020 il Biglietto 630

Estratto il 6 Marzo il biglietto vincente della lotteria di Carnevale c/o il comune di Gaeta alla presenza di un funzionario e il consigliere Gianna Conte.
Il tutto si è svolto con la presenza di fotografi e giornalisti i quali hanno ripreso il momento dell estrazione nonché della diretta nella quale veniva comunicato alla vincitrice, una ragazza di 21 anni che si era aggiudicata una vacanza per due persone!
il numero vincete il “6 3 0 “

Gaeta: Definizione costi di acquisizione delle aree concesse in diritto di superficie e trasformazione di questo in diritto di proprietà delle Coop. Gaeta Medievale, Gaeta Medievale II, Acli Domus Mea

“Dopo anni di attesa, riusciamo attraverso il confronto e dialogo a dare risposte a tante famiglie di Gaeta che potranno finalmente acquisire il diritto di proprietà dei loro immobili acquistati quali soci di cooperative”. Questo il commento soddisfatto del Sindaco Cosmo Mitrano al termine di un’importante transazione tra Comune e privati cittadini componenti delle Cooperative Gaeta Medioevale, Gaeta Medioevale II ed Alci Domus Mea. La transazione ha riguardato la trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà, su richiesta stessa dei privati.

“Le capacità di condivisione ed ascolto anche nelle fasi decisionali delle parti interessate – prosegue il Sindaco Mitrano – hanno permesso di raggiungere un’importante mediazione in merito ai valori da attribuire superando una fase di stallo attraverso una chiusura transattiva dei contenziosi. L’adesione alla procedura consentirà infatti la trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà. Questo significa che tante famiglie dopo anni potranno finalmente disporre pienamente e legittimamente della casa che hanno comprato con tanti sacrifici in qualità di soci di cooperative”.

Sono state inviate le lettere ai proprietari indicando la somma suddivisa per ogni singolo socio assegnatario sulla base dei millesimi di proprietà. La somma dovuta da ciascun assegnatario potrà essere dilazionata fino ad un massimo di 6 rate ciascuna delle quali avrà scadenza annuale.

“Abbiamo dato risposta alle aspettative di tante famiglie, precisamente 41, delle coop. Gaeta medievale , Gaeta medievale II ed Acli Domus Mea – aggiunge l’Assessore Teodolinda Morini – che da moltissimi anni attendevano la trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà delle aree loro concesse per l’edificazione. Sono stati definiti gli importi da versare e si prevede anche la dilazione degli stessi. E’ stato un percorso complesso che ha visto l’impegno di tutta l’amministrazione, in primis il Sindaco, che in alcuni passaggi è riuscito a risolvere alcuni nodi problematici grazie alle sue competenze professionali. La mia soddisfazione – prosegue Morini – è grande in quanto sempre ho condiviso i timori dei soci, molti dei quali anziani, di non poter disporre pienamente dei propri immobili, ne di poterli trasferire. Il mio ringraziamento va alla Dirigente Stefania Della Notte e ai tecnici che a vario titolo, si sono impegnati per la risoluzione di questa problematica che si trascinava ormai da troppi anni. E’ questo un esempio di come la volontà politica e l’azione tecnico amministrativa, coniugati verso un obiettivo comune, portino risultati concreti per i cittadini. Così come dice sempre il Sindaco l’unione fa la”.

“Finalmente – il consigliere Katia Pellegrino – dopo tanti anni, i soci delle cooperative di Gaeta potranno diventare pieni proprietari dei loro alloggi. Si é proceduto alla trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà sulle aree concesse alle cooperative edilizia convenzionata. Questo consentirà a molti cittadini di diventare finalmente proprietari anche del suolo sul quale sorge la propria casa e in cui risiedono da moltissimi anni. Una misura attesa da tante famiglie che ha trovato una soluzione grazie all’impegno e all’ascolto di moltissimi di loro che caratterizza l’agire del nostro Sindaco e di tutta l’Amministrazione. Attraverso il pagamento di un importo, irrisorio, rispetto a quello richiesto dalle precedenti amministrazioni, finalmente definiranno una situazione ormai protrattasi troppo tempo. Un ringraziamento particolare – conclude Pellegrino – intendo rivolgerlo al Dirigente Stefania Della Notte ed ai suoi uffici”.

Gaeta, 9 marzo 2020. chiusi gli impianti sportivi comunali.

“La precauzione, soprattutto in questa fase, non è mai troppa”. Questa quanto dichiarato dal Sindaco Cosmo Mitrano nel corso di un incontro che ha tenuto questa mattina con le realtà sportive della città per confrontarsi su una scelta condivisa da tutti. “Chiudiamo le strutture sportive cittadine per precauzione – commenta il Sindaco Cosmo Mitrano – la cautela non è mai troppa. Nonostante non è previsto dall’ultimo decreto, a Gaeta vogliamo essere attenti e cercare di contenere la diffusione del rischio di contagio. “Una linea – prosegue il primo cittadino – adottata in piena sintonia con le realtà sportive del territorio che tutte hanno prontamente condiviso una scelta, sicuramente non facile, che però andava presa. Nel frattempo, viviamo questa sospensione delle attività sportive per effettuare nelle strutture sportive comunali, un’attività di disinfezione degli ambienti e la manutenzione ordinaria. Viviamo questo momento d’attesa con la consapevolezza di vivere in una Comunità unita e forte. Ogni settore della società, compreso quello importantissimo del mondo dello sport, sta rispondendo con un grande senso civico e responsabilità. La Comunità di Gaeta si distingue per il grande senso di appartenenza al territorio. Solo uniti si vince”.

“Voglio ringraziare le società sportive – spiega il delegato allo sport Gigi Ridolfi – che hanno prontamente condiviso l’iniziativa che seppur drastica è finalizzata a ridurre al minimo situazioni di rischio di diffusione del Coronavirus. Anche in questa circostanza da Gaeta arriva un segnale improntato sul coinvolgimento e condivisione delle scelte con grande senso civico per la tutela della salute pubblica”.

Salute & Società

in questa edizione:
1. Attività fisica nei malati reumatici
2. Carenza di vitamina D nei bambini
3. Aderenza alla terapia nella colite ulcerosa
4. Prevenire il contagio e la diffusione del coronavirus

Interviste:

Ezio Ghigo, Clinica di Endocrinologia, Diabetologia e Metabolismo, Città della Salute e della Scienza, Torino
Francesco Vierucci, Pediatra, Ospedale San Luca, Lucca
Alessandro Armuzzi, Fondazione Policlinico Gemelli-Università Cattolica, Roma
Pierluigi Lopalco, Professore di Igiene e Medicina Preventiva, Università di Pisa

Santi Cosma e Damiano: Risanamento reti nel Sud Pontino- Interruzione Idrica nei Comuni di Santi Cosma e Damiano e Castelforte nella giornata di martedì 10/03

Si informa l’utenza che, nell’ambito dei lavori di risanamento delle reti nel Sud Pontino, al fine di consentire lo spostamento di una serie di utenze sulla nuova condotta realizzata in Via Baracca, si effettueranno una serie di Interruzioni Idriche nella giornata di martedì 10/03.

Le Interruzioni si effettueranno dalle ore 08:30 alle ore 16:30, fatta eccezione per la fascia oraria 12:30 -13:30 in cui il servizio sarà garantito.

Le zone interessate saranno:

Comune di Santi Cosma e Damiano: Via Baracca (da incrocio con Via Ruosi a località San Lorenzo), Via Rizzo, Via Cisterna, Via Don Frezzella
Comune di Castelforte: Via delle Terme e traverse, Via Monte Pecoriello, Via Suio Alto, Via Valle di Suio, Via Viaro, Via Vellota, Via Maiano

Si comunica, inoltre, che verrà messo a disposizione un Servizio sostitutivo mediante autobotti presso:

Santi Cosma e Damiano (Via F. Baracca – località San Lorenzo)
Castelforte (località Suio Alto, vicino campo sportivo)

Sarà cura di Acqualatina fornire tempestive informazioni in caso di imprevisti.

Unità Pronto Intervento Acqualatina S.p.A.

Regione Lazio Coronavirus: parte campagna d’informazione per contenere la diffusione del virus

Dalla Regione Lazio una campagna d’informazione per illustrare ai cittadini quali misure assumere per contenere la diffusione del virus.

Sette regole da rispettare: mantenere una distanza di sicurezza tra le persone o evitare incontri con individui con sintomi respiratori; lavarsi spesso le mani o coprirsi bocca e naso con il gomito in caso di tosse o starnuto; ridurre la partecipazione a eventi pubblici o affollati; evitare di prendere l’ascensore con altre persone e porre la massima attenzione alla pulizia o igiene personale e di tutti i luoghi che si frequenta. Qui puoi scaricare locandina e vademecum: https://bit.ly/38s6lLY

In caso di febbre, tosse o dolori muscolari bisogna evitare il pronto soccorso e contattare il proprio medico di base o il 1500. In caso di prefisso 06 si può contattare anche il 112, mentre per gli altri prefissi del Lazio il numero verde 800 118 800.
In seguito a quanto disposto dal DPCM sulle “Misure per il contrasto e il contenimento sull’intero territorio nazionale del diffondersi del virus COVID-19”, la Regione Lazio ha disposto con effetto immediato la sospensione di ogni attività formativa fino al 15 marzo, sia quella inerente la didattica frontale sia quella relativa a tirocini, stage e percorsi di alternanza scuola-lavoro: https://bit.ly/38sizE6

Comune di Gaeta: Ordinanza contingibile urgente per chiusura scuole


Ordinanza contingibile urgente per chiusura scuole di ogni ordine e grado pubbliche e private compresi gli asili e gli asili nido, centri diurni per diversamente abili pubblici e privati e sospensione di manifestazioni, di eventi di carattere culturale, ludico e sportivo a seguito di emergenza sanitaria.

Ulteriori approfondimenti:

http://www.comune.gaeta.lt.it/News/Ordinanza-contingibile-urgente-per-chiusura-scuole-di-ogni-ordine-e-grado-pubbliche-e-private-compresi-gli-asili-e-gli-asili-nido-centri-diurni-per-diversamente-abili-pubblici-e-privati-e-sospensione-di-manifestazioni-di-eventi-di-carattere-culturale-l

Chiusura precauzionale delle scuole di ogni ordine e grado sul territorio comunale

Il Sindaco di Formia in via del tutto precauzionale ha predisposto la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado su tutto il territorio comunale, da domani 3 marzo a sabato 7 marzo. La decisione giunge a seguito della notizia del ricovero presso l’ospedale “Spallanzani” di Roma di una donna proveniente dalla provincia di Cremona, ospite di alcuni parenti nel comune di Minturno, che si è rivolta al pronto soccorso dell’ospedale “Dono Svizzero” di Formia e di cui è stata accertata, nelle scorse ore, la positività al COVD-2019. Il provvedimento del sindaco Paola Villa è determinato dalla necessità di consentire agli organi competenti di ricostruire tutta la rete di contatti e di spostamenti che ha interessato la paziente.

In via precauzionale, va precisato che i sanitari del nosocomio formiano intervenuti sulla paziente sono stati messi in “quarantena”, ovvero in “isolamento domiciliare”, ma che le attività del pronto soccorso sono riprese regolarmente. Con l’occasione ricordiamo anche che presso l’ospedale cittadino è stata allestita una tensostruttura ad hoc per eventuali casi sospetti, che possono altresì rivolgersi al numero predisposto per l’emergenza, il 1500.

Il Comune di Formia, comunque, è in costante contatto con Prefettura e Ausl per ricevere tempestivamente informazioni chiare e fondate con le quali tenere aggiornata tutta la cittadinanza attraverso i propri canali istituzionali.

“Ci preme precisare – sottolinea il sindaco Villa – che ad oggi tra i cittadini di Formia non risultano casi e che il personale sanitario tutto del Dono Svizzero si sta adoperando al massimo per affrontare la situazione, sforzo per il qual sin da adesso rivolgiamo loro la nostra gratitudine”.

Comunicato del Sindaco di Castelforte Giancarlo Cardillo

Cari concittadini, la notizia che anche nel territorio del basso Lazio si è presentato un caso Coronavirus si è diffusa rapidamente e capillarmente. In sintonia con i Sindaci del territorio e con le Autorità superiori nella serata di ieri ho ritenuto opportuno firmare una specifica ordinanza con la quale ho individuato alcune misure di contenimento e gestione della situazione in atto. SI TRATTA DI MISURE CAUTELATIVE E DI PREVENZIONE. NON C’E’ NESSUN ALLARME. Ripeto e sottolineo ancora una volta che si tratta di una iniziativa a scopo precauzionale e di prevenzione.

Questa mattina scrivo perché ritengo necessario richiamare l’attenzione di tutti alla massima responsabilità nei comportamenti e nella diffusione di notizie. Purtroppo sui social circolano spesso fake news che non ci aiutano a vivere con responsabilità questo particolare momento. Al riguardo vi invito a seguire le indicazioni che provengono da canali ufficiali e cioè dal Governo, dalla Protezione Civile e dalla Regione Lazio che, come Comune, stiamo prontamente divulgando attraverso ogni forma di comunicazione possibile in modo da raggiungere tutti.

Con l’ordinanza n. 13/2000 che trovate con il testo completo sul sito istituzionale www.comune.castelforte.lt.it , sulla pagina facebook, sull’App Comunica City e presso gli uffici comunali è stato disposto:

Fino alle ore 24:00 del giorno 7 marzo 2020

la chiusura di tutte le scuole cittadine, pubbliche e private, di ogni ordine e grado, compresi gli asili;
la chiusura del Centro diurno per diversamente abili gestito dalla Cooperativa La Fonte sito in Suio Alto, del Centro Anziani “Luigi Romano” e gli oratori parrocchiali;
la sospensione di manifestazioni, di eventi e di ogni forma di riunione in luogo pubblico o privato, anche di carattere culturale, ludico e sportivo;
la sospensione dei servizi di apertura al pubblico del museo;
la sospensione delle attività di ricezione degli utenti negli uffici pubblici, fatta salva l’erogazione dei servizi essenziali e di pubblica utilità;
nelle pubbliche amministrazioni e, in particolare, in tutti i locali aperti al pubblico, devono essere messe a disposizione degli addetti, nonché degli utenti e visitatori, soluzioni disinfettanti per il lavaggio delle mani;
Giancarlo CARDILLO

Radio Tirreno Centrale is Spam proof, with hiddy