News

FORMIA – Inchiesta sul depuratore, il Sindaco chiede un incontro urgente ad Acqualatina

Un incontro urgente per i dovuti chiarimenti in merito al funzionamento del depuratore. A chiederlo sono il Sindaco di Formia Sandro Bartolomeo e l’Assessora Maria Rita Manzo in una lettera scritta ad Acqualatina e, per conoscenza, alla Presidente della Provincia di Latina Eleonora Della Penna. La missiva segue gli sviluppi dell’inchiesta che ha evidenziato irregolarità nel funzionamento dei depuratori di Formia, Gaeta e Minturno.

“E’ con viva preoccupazione – recita il testo della missiva – che apprendiamo dalla stampa dell’indagine di polizia giudiziaria che la Procura della Repubblica di Cassino ha delegato a Capitaneria di Porto e Polizia Provinciale. L’attività degli inquirenti evidenzierebbe irregolarità nel funzionamento del depuratore comunale di Formia con la conseguente immissione in mare di acque solo parzialmente depurate. Oltre che preoccupante, giudichiamo tale responso sorprendente, dal momento che, sin dall’inizio, Acqualatina ha preso parte alla task-force istituita dal Comune di Formia per monitorare la qualità delle acque e reprimere il fenomeno degli scarichi abusivi. In tale veste, ha sempre fornito ampie rassicurazioni circa il buon funzionamento del depuratore, ribadendo tale versione anche nella relazione scritta che questa Amministrazione chiese al gestore per avere un quadro complessivo della situazione e perseguire i suoi obiettivi di tutela dell’ecosistema marino. Gli stessi esami di laboratorio compiuti dall’Arpa Lazio e comunicati al Comune di Formia – ribadiscono il Sindaco e l’Assessora alla Tutela del Patrimonio Ambientale e Naturalistico – evidenziavano il rispetto di parametri e limiti fissati dalla Provincia di Latina per lo scarico delle acque reflue”. L’esito delle indagini, dunque, “discorda profondamente dalle informazioni in nostro possesso”.

–> Di lì la richiesta di incontro, “finalizzato ad ottenere i dovuti chiarimenti su un argomento tanto delicato per le sorti ambientali, economiche e sociali del nostro territorio”.

–> L’ultima parte della lettera è rivolta alla neo-presidente Eleonora Della Penna, perché “la Provincia assuma la regia di tutte le operazioni necessarie al disinquinamento del Golfo di Formia-Gaeta, ben sapendo che la questione del depuratore di Formia si somma a quella dei depuratori di Gaeta ed Itri e alla ben nota questione degli allevamenti ittici insistenti nell’area più interna del Golfo, rappresentando ormai un danno permanente alle attività economiche e turistiche della nostra area”.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Anti-spam image

×

Powered by RADIO TIRRENO CENTRALE

× COME POSSIAMO AIUTARTI?