Rss

Archives for : News

ITIS




FORMIA: EQUILIBRI DI BILANCIO…VERITÀ AMMINISTRATIVE E …

Nella giornata di ieri, 11 gennaio 2010, il dottor Maurizio Alicandro, commissario ad Acta nominato dalla Prefettura di Latina, ha redatto ed approvato la delibera per la salvaguardia degli equilibri di bilancio del Comune di Formia. Nella delibera il commissario CONFERMA quanto affermato da questa Amministrazione e dal settore economico-finanziario in data 23 novembre 2020.
Come sappiamo, la delibera in questione non ha trovato la maggioranza dei consiglieri comunali favorevoli nella successiva seduta di Consiglio Comunale del 28 dicembre.
Nella fattispecie è doveroso sottolineare che la variazione di bilancio proposta per il consiglio comunale del 28 dicembre garantiva il mantenimento degli equilibri, in quanto consentiva la copertura delle mancate entrate legate all’emergenza covid-19 (tosap, Imu per immobili turistici, sanzioni codice della strada, introiti parcheggi, tassa di soggiorno). Le minori entrate del Comune di Formia, infatti, ammontano a €1.249.698.06. Queste sarebbero state coperte con i fondi assegnati dal Governo al Comune di Formia, pari a € 2.369.689,38, mentre la differenza,
ossia € 1.119.991,32, sarebbe andata a costituire un “risultato positivo” di amministrazione, vincolato al Covid, il quale sarebbe stato utilizzabile a tutto vantaggio della città.
Purtroppo, però, non avendo il consiglio comunale approvato la variazione di bilancio, questi fondi assegnati GIACCIONO ORA IN BANCA E NON POSSONO ESSERE USATI.
Va detto che nel 2020 lo squilibrio è stato riportato dalla quasi totalità dei comuni italiani, tanto che la Camera dei Deputati il 16 settembre scorso ha istituito un fondo di 3,5 miliardi di euro per “assicurare ai comuni, alle province e alle città metropolitane le risorse necessarie per l’espletamento delle funzioni fondamentali, anche in relazione alla possibile perdita di entrate locali connesse all’emergenza Covid…”. Queste risorse, assegnate ed usate dai diversi comuni italiani, hanno consentito alle amministrazioni locali di approvare la salvaguardia degli equilibri entro lo scorso mese di dicembre e mettere così in ordine i conti.
Il fatto che ciò non sia avvenuto per il Comune di Formia, il quale è costretto a riportare un disavanzo della gestione di competenza, mentre le risorse restano inutilizzate in banca, sta ad indicare la gravità del gesto di alta irresponsabilità politica da parte di chi, pur appartenendo alla maggioranza, pur avendo approvato il bilancio di previsione 2020 e, FATTO INCREDIBILE QUEST’ULTIMO, pur avendo votato la delibera degli equilibri di bilancio in commissione consiliare poche settimane prima del consiglio comunale del 28 dicembre, ossia i Consiglieri della lista Ripartiamo con Voi, ha deciso di bocciare la delibera, evidenziando in maniera definitiva che la crisi amministrativa non ha avuto alcun aspetto politico e proprio nulla a che vedere con gli aspetti economici-finanziari dell’Ente.
Oggi la città riporta i danni e tutti siamo ancora in attesa di comprenderne la ragioni.
Paola Villa

Consiglio Comunale di Castelforte del 30-12-2020

Prima Parte




Seconda Parte




Consiglio Comunale di Santi Cosma e Damiano del 30-12-2020

prima Parte (Clicca per ascoltare)




seconda parte (clicca per ascoltare )




Maradona è morto: «Arresto cardiaco»

Diego Armando Maradona è morto. Un arresto cardiorespiratorio ha portato via l’ex Pibe de Oro che aveva appena compiuto 60 anni. Una notizia choc per il mondo del calcio e per l’Italia, soprattutto per la sua Napoli dove aveva giocato dal 1984 al 1991

Pedemontana, il Governo regionale affossa un’opera attesa da oltre mezzo secolo ed indispensabile per lo sviluppo e la crescita del nostro territorio!

Gaeta, 23 novembre 2020. “Lo sviluppo, la crescita ed il benessere di un territorio, passano anche attraverso le infrastrutture”. Questo il commento del Sindaco di Gaeta Cosmo Mitrano che interviene in merito alla necessità di potenziare il collegamento stradale che percorre il Basso Lazio ed attraversa il Golfo di Gaeta. “Apprezziamo e sosteniamo con convinzione – spiega Mitrano – l’iniziativa popolare promossa dal Comitato permanente per l’Incolumità Stradale degli Abitanti di Formia rappresentato da Gaetano Quercia e Gaetano Merenna che, a giusta ragione, chiede alla Regione Lazio e al Governo centrale di non ignorare una richiesta che arriva da un territorio dalle grandi potenzialità e strategico e che, da oltre mezzo secolo, attende investimenti importanti per migliorare la viabilità interprovinciale e non solo. Ho sempre sostenuto – spiega il Sindaco di Gaeta – che la Pedemontana rappresenta un’importante opportunità di crescita economico-produttiva del comprensorio. Uno sviluppo sostenibile del nostro Golfo che non può avvenire se non tuteliamo la qualità della vita dei nostri concittadini anche grazie alla Pedemontana che, come denunciato dal Comitato, non è stata, purtroppo, inserita tra le priorità progettuali della Regione per la definizione del Piano Nazionale per la Ripresa e la Resilenza. Come Sindaco, lancio l’appello ai miei colleghi e a tutte le forze politiche ad unire le nostre forze per far arrivare al Governo centrale una richiesta comprensoriale forte che ci veda ancora più compatti e determinati nel portare avanti tale istanza. Uniamo gli sforzi perché la dorsale Tirrenico-Adriatica che si congiunge alla Campania, ha ricadute non solo locali ma anche di carattere regionale e nazionale!”. Con delibera n. 17019 del cinque novembre scorso la giunta regionale del Lazio ha infatti congelato le aspettative non solo dei cittadini di Formia ma dell’intero Golfo di Gaeta. Nella nota diramata dal Comitato con allegata la delibera si fa riferimento al compito delegato dal Governo alla Giunta Regionale del Lazio, e finalizzato alla stesura del nuovo piano pluriennale degli investimenti 2021 -2027, finanziato con il fondo europeo denominato Recovery Plan, “Piano europeo per la ripresa”, di cui circa 209 miliardi di euro destinati all’Italia. “Dall’esame della delibera di Giunta – commenta il Sindaco di Gaeta – tra le priorità progettuali della Regione Lazio per la definizione del Piano Nazionale per la Ripresa e la Resilenza, non troviamo alcun riferimento alla Pedemontana. Un’assenza ancora più grave se si pensa che invece, nella citata delibera, viene stanziato un miliardo di euro per la “Trasversale Lazio Sud-Adriatica”, una sorta di superstrada veloce che dall’Abruzzo, passando per Cassino si conclude all’ingresso di Formia in località Santa Croce. A mio avviso – prosegue il primo cittadino – la Pedemontana di Formia è tra le opere prioritarie del Lazio se vogliamo davvero modernizzare un territorio che per troppi anni è messo ai margini di uno sviluppo regionale e comprensoriale. L’ennesima disattenzione e dimostrazione, purtroppo, che fa emergere una grave mancanza di rispetto dei cittadini del Lazio meridionale da parte di Roma. Fino a prova contraria, la Regione Lazio si conclude a sud con il Golfo di Gaeta ed il fiume Garigliano che sancisce il confine naturale con la vicina Campania”.

Adeguamento campo sportivo. Lavori per euro 200mila e nuovo progetto per 700mila

“Il sogno –dice il Sindaco Giancarlo Cardillo- sta per diventare realtà. Castelforte avrà presto un campo sportivo comunale di pregio. Nei giorni scorsi, infatti, la Regione Lazio, facendo seguito alla delibera con quale aveva già concesso un contributo di euro 200000 per la sistemazione del campo sportivo del capoluogo ha formalizzato l’erogazione di una prima parte della somma prevista. La filiera di cui ho sempre parlato –prosegue il primo cittadino- funziona e funzione bene. Funziona soprattutto perché privilegia le opere davvero importanti e, quindi, quelle capaci di dare servizi ai cittadini. Avere, finalmente, dopo promesse e promesse cadute nel vuoto, un campo sportivo adeguato ad assicurare la pratica sportiva per tutti i nostri ragazzi era l’obiettivo che ci eravamo prefissi e lo stiamo ottenendo. Con questo contributo della Regione Lazio potranno partire prestissimo l’esecuzione dei lavori di adeguamento e messa a norma dell’impianto, quelli dell’abbattimento delle barriere architettoniche e dell’efficientamento energetico. Ma non basta. Abbiamo anche presentato domanda per ottenere un altro contributo di circa euro 700000 che appena ci sarà concesso ci permetterà di avere anche a Castelforte un terreno di gioco davvero moderno e al passo con i tempi”.

Fin qui le parole del Sindaco Giancarlo Cardillo che ha annunciato, con soddisfazione, l’ottenimento di un contributo di euro 200000 per la sistemazione del campo comunale del capoluogo che consentirà l’avvio, molto presto, di tutte le procedure di legge per espletare la gara d’appalto ed eseguire i lavori previsti.

“La pratica sportiva –interviene il delegato allo sport Vincenzo Gagliardi- è una delle principali attività dei nostri ragazzi e dei nostri giovani. Poter fare sport in un contesto adeguato e all’interno di spazi protetti e a norma è, quindi, un bisogno ma anche un diritto. Come Amministrazione Comunale in questi anni abbiamo lavorato intensamente per cercare di assicurare questo servizio e ci stiamo riuscendo. Sono molto orgoglioso di aver dato il mio fattivo contributo in questa direzione e sono emozionato perché stiamo, finalmente, ottenendo il risultato tanto atteso”.

A questo contributo già ottenuto, l’Amministrazione Comunale ha affiancato la richiesta di un secondo contributo con un nuovo progetto. Si tratta di uno studio di fattibilità tecnico ed economico sempre relativo al campo sportivo, già approvato dalla Giunta Comunale, per un importo complessivo di circa 700000 euro. Il progetto è stato allegato alla domanda di partecipazione all’Avviso Pubblico “Fondo Sport e Periferie” pubblicato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e non prevede quote a carico del bilancio comunale come, invece, per tantissimi altri bandi. Gli interventi previsti nel nuovo progetto si integrano perfettamente con i lavori che saranno eseguiti grazie al contributo regionale appena ottenuto e prevedono la realizzazione di un tappeto in erba sintetica, l’installazione di pali e lampade a risparmio energetico, un impianto fotovoltaico e l’adeguamento e messa a norma dei locali esistenti, degli accessi e percorsi esterni, delle tribune e tutta un’altra serie di piccole sistemazioni necessarie a rendere l’impianto davvero adeguato ai bisogni della popolazione e anche in grado di rendere l’impianto idoneo ad accogliere eventi più importanti di livello comprensoriale.

Castelforte : “Diamo voce agli autori locali”.

La Regione Lazio riconosce la valenza culturale e di promozione del territorio della manifestazione Castelfortese “Diamo voce agli autori locali”.
Sul B.U.R.L. del 20.08.2020, n. 103, infatti è stata pubblicata la graduatoria, dei progetti partecipanti all’ Avviso Pubblico per la concessione di contributi finalizzati alla promozione ed alla valorizzazione delle iniziative di interesse regionale, che vede il progetto di Castelforte “Diamo voce agli autori locali”, posizionarsi al 12.mo posto, a fronte di 673 progetti presentati (comuni, associazioni e privati), con un contributo di € 10.000,00

Il Sindaco di Castelforte, nell’esprimere la sua soddisfazione, ha dichiarato che “questa manifestazione, giunta alla sua 15.ma edizione, ha ricevuto il giusto riconoscimento dalla Regione Lazio. Una manifestazione che ha come protagonisti gli autori ed i ricercatori locali troppo spesso ignorati dalle grandi case editrici e dai mass media”.
Il Sindaco riconosce che il successo di “Diamo voce agli autori locali” e il relativo finanziamento è il frutto di un lavoro di squadra che vede anche la collaborazione di Pierluigi Moschitti l’assessore alla cultura Paola Iotti e, Rosa D’Ignazio, che ne ha curato la parte organizzativa ed amministrativa.

“Castelforte –conclude il Sindaco Cardillo- rimane sempre uno dei paesi più impegnati nella promozione del settore culturale” e ricorda gli eventi del 17, 23 e 28 e annuncia prossime iniziative a cominciare dal 31 agosto e 4 settembre dove sarà presentato il libro “2 agosto 1980” sulla strage di Bologna scritto da Giuliani.

A Castelforte un polo per l’infanzia

Un polo per l’infanzia. E’ questo il nuovo obiettivo che si è posto l’Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Giancarlo Cardillo. A metterlo nero su bianco è stata la Giunta Comunale che, nei giorni scorsi, ha approvato una specifica delibera per la riqualificazione dell’edificio scolastico “Francesco Petronio”.
“Si tratta –spiega il Sindaco Cardillo- di porre le basi per la costituzione di un vero e proprio polo scolastico dedicato all’infanzia che vogliamo far nascere all’interno del bellissimo edificio Petronio ubicato sulla panoramica collinetta di San Martino immediatamente a ridosso del centro storico. L’idea –prosegue il primo cittadino è nata per offrire una risposta pubblica e adeguata ad assicurare un servizio qualificato soprattutto alle giovani coppie. Desideriamo in buona sostanza consolidare la rete pubblica dei servizi educativi per l’infanzia. Abbiamo degli spazi sottoutilizzati proprio presso il Petronio e che rispondono bene alle necessità indicate dalla legge per dar vita anche ad un asilo nido, servizio, attualmente non esistente all’interno del territorio comunale. Ecco perché –continua Cardillo. Abbiamo fatto predisporre dalla nostra area tecnica uno specifico progetto definitivo/esecutivo relativo al caso specifico e creare, quindi, un Polo per l’infanzia”.

Il progetto sarà presentato alla Regione Lazio per la richiesta di uno specifico finanziamento. La Regione Lazio, infatti, ha costituito, nel 2019, un fondo destinato a finanziare la nascita, lo sviluppo e il consolidamento di reti integrate dedicate ai servizi educativi e alla istruzione da 0 a 6 anni. Di recente la stessa Regione ha pubblicato un Avviso al quale il Comune di Castelforte ha risposto con la richiesta di contributo necessario alla costituzione del Polo dell’infanzia. Il Sindaco è anche ragionevolmente fiducioso che, anche in virtù della bontà dell’idea e del progetto, il Comune ha ottime possibilità di ricevere una buona valutazione del progetto presentato e, quindi, vedersi riconoscere, con apposita determinazione, l’accoglimento della domanda di finanziamento.

“Confido –conclude il Sindaco Cardillo- nella positiva valutazione del progetto presentato e nella concreta possibilità di avviare, nel minor tempo possibile, tutte le ulteriori iniziative per la sua concreta attuazione”.

In arrivo Pista ciclabile a Castelforte

La Giunta Comunale ha approvato il progetto definitivo ed esecutivo per la realizzazione del primo stralcio di un tratto della pista ciclabile pensata per offrire un nuovo ed importante servizio necessario sia agli abitanti che allo sviluppo socio economico del territorio ed in particolare dell’area di Suio.
La pista ciclabile progettata riguarda il percorso che va dal ponte del Rio Grande fino alle terme di Suio e fiancheggia la strada provinciale via delle Terme. La strada di accesso all’area termale e che attraversa la frazione di Suio Forma meritava un intervento di ampio spessore e consistenza per dare concretezza ed impulso allo sviluppo turistico dell’intera area e del Comune. Questo primo stralcio del progetto approvato qualche giorno fa dalla Giunta Comunale prevede una spesa complessiva di 124 mila euro.

“Sono davvero contento –dice il Sindaco Giancarlo Cardillo- che la nostra Amministrazione Comunale sia riuscita ad approvare il progetto esecutivo di questo primo tratto del percorso che si snoda tra il Rio Grande e le Terme di Suio e che attraversa un’area territoriale molto importante del Comune. Il percorso ciclabile attraversa anche la frazione di Suio Forma e intende valorizzare i “luoghi” e gli “scorsi” più interessanti posti nelle immediate vicinanze del Garigliano cercando di mettere in evidenza le bellezze naturali e paesaggistiche che meritano di essere maggiormente conosciute diventando anche un punto di attrazione per i turisti. Il progetto –prosegue il primo cittadino- vuole anche cercare di garantire maggiore sicurezza alla circolazione sia dei pedoni che dei cicloamatori assicurando tutte le giuste esigenze di ogni tipo di utente. Questo primo intervento che abbiamo localizzato nell’area che va dalla Chiesa di Santa Maria del Buon Rimedio verso il Ponte del Rio Grande porterà importanti vantaggi anche agli abitanti dell’area interessata anche in ordine ad una sua maggiore sicurezza”.

La Giunta ha disposto l’inoltro del progetto alla Regione Lazio dove sarà avanzata domanda di finanziamento necessario all’attuazione dell’intervento.

TeleRadio Tirreno Centrale is Spam proof, with hiddy